madre-e-figlia

Le mie femmine di Asia Centrale

 

 

 

 

Guardatele attentamente, queste non sono femmine qualunque:

 

…sono la figlia e le nipoti della mia "vecchia" Orca, una cagna che venne a vivere con me quando ancora questi cani e questa razza erano sconosciuti anche ai cinofili più esperti, ben 17 anni fa…  Orca, la mia capostipite che è stata con noi fino allo scorso anno e che ora è per sempre nei nostri cuori.

 

Se paragonate loro alla maggior parte delle femmine di Pastore dell' Asia Centrale, guardandole noterete subito come appaiono "asciutte", con teste ben proporzionate e soprattutto senza palpebre cadenti.

 

Jungla nel suo giardino di casa

 

 

Ma la cosa più importante che osserverete, è nel loro sguardo, dove si percepisce una suggestiva "fierezza". Questo è dovuto al fatto che queste "ragazze" hanno una loro vita, fuori da un classico box, non vivono in “batteria come polli” ma sono cresciute nei terreni circostanti alle abitazioni dei loro proprietari, fanno la guardia notte e giorno, tutto l'anno, ad animali di cascine o alcune, addirittura, a mandrie di vacche.

 

 

 

 

Non sono cani inferociti da una vita rinchiusa, in una “galera di sbarre”, per mostrare solo aggressività cieca ed inutile.

Sono cani che meritano rispetto, equilibrati ed obbedienti ma con un fortissimo carattere ed una “mente” sottile.

 

 

 

 

Non credo sia giusto tenere con sè più di cinque o sei cani, con il solo scopo di farli riprodurre se poi non li si conosce che per il loro aspetto fisico, per come hanno l'attaccatura delle orecchie o l’inclinazione dello stop del muso.

Un allevatore sà ciò che alleva, conosce i suoi cani, vede nella vecchiaia di una sua cagna lo sguardo dei cuccioli nati…  è importantissimo avere con sè pochi cani, ma “buoni”, e viverli profondamente, sapere quale è il loro carattere e come pensano in ogni situazione; durante tutto l’arco della loro vita. Questo và considerato proprio incominciando dalle femmine.

 

 

 

Orca e Steppa

Madre e figlia, hanno vissuto qui con me in cascina, e mentre scrivevo questo articolo la prima era solita dormire fuori con le pecore, la seconda era sempre di guardia intorno alla recinzione del mio terreno, insieme al figlio Yeti. Oggi un silenzioso ricordo di loro ci accompagna ad ogni tramonto.

 

 

 

                     Cuccioli di Orca: Aral e Steppa 2001

 

 

Cuccioli di Steppa 2008

 

 

Tundra

Abita in una fattoria non lontano da qui, vive insieme a due cavalli, capre e galline…

 

 

 

 

 

 

Jungla

Lei invece è al lavoro con una mandria che si è appena spostata al pascolo estivo…

 

 

 

Manta

Lei l'ho conosciuta personalmente, nel paese d'origine, l' ho portata con me in Italia dopo essere stato in Tagikistan, accampato in tenda, in alta montagna, insieme ai pastori: è una vera aborigena e, ha dei caratteri così primitivi che pare "arrivata da un'altra era"!

 

Manta aborigena tagika

 

Dei cani così ancestrali e a tratti misteriosi, nati da una pressione selettiva durissima attraverso il lavoro al fianco dell’uomo, vanno rispettati.

 

Cuccioli figli di Manta e Vulcano

 

 

…è da queste femmine che avrò dei cuccioli che  porteranno avanti proprio queste antiche caratteristiche. Questo rappresenta un importante punto di riferimento dell’Allevamento Amatoriale Tagiko.